• Facebook
  • Instagram
  • Italiano
  • Inglese
  • Francese
  • Spagnolo
  • Tedesco

Benvenuti alla Sacra di San Michele

Monumento simbolo della Regione Piemonte e luogo che ha ispirato lo scrittore Umberto Eco per il best-seller Il nome della Rosa, la Sacra di San Michele è un’antichissima abbazia costruita tra il 983 e il 987 sulla cima del monte Pirchiriano, a 40 km da Torino. Dall’alto dei suoi torrioni si possono ammirare il capoluogo piemontese e un  panorama mozzafiato della Val di Susa.  All’interno della Chiesa principale della Sacra, risalente al XII secolo, sono sepolti membri della famiglia reale di Casa Savoia.

Dedicata al culto dell’Arcangelo Michele, difensore del popolo cristiano, la Sacra di San Michele s’inserisce all’interno di una via di pellegrinaggio lunga oltre 2000km che va da Mont Saint-Michel, in Francia, a Monte Sant’Angelo, in Puglia.

La storia, il valore spirituale e il paesaggio che la circonda rendono la Sacra una meta di richiamo per visitatori da tutta Europa: pellegrini, fedeli, turisti, ma anche sportivi che vogliono mettersi alla prova con percorsi di  arrampicata o dedicati alla mountain-bike.

La Sacra di San Michele offre al suo pubblico visite  ed eventi a cura della Comunità religiosa, dei collaboratori o dei volontari durante tutti i mesi dell’anno.

I diversi luoghi di interesse storico, architettonico e pittorico sono accessibili anche ai disabili.

Cosa fare e vedere alla Sacra

Storia, arte e cultura, alla Sacra di San Michele, si mostrano agli occhi di visitatori di ogni età con grande impatto e immediatezza.

Ci si gode anzitutto il percorso nel verde e, a mano a mano che si sale, lo splendido panorama e l’imponente massiccio della facciata. Una volta raggiunto l’ingresso dell’Abbazia, la Sacra è pronta a svelare alcuni dei suoi elementi più suggestivi: la statua di San Michele Arcangelo creata dallo scultore altoatesino Paul dë Doss-Moroder, lo Scalone dei Morti con il Portale dello Zodiaco e la leggendaria Torre della Bell’Alda.

Durante le visite speciali del primo sabato del mese si possono ammirare anche  il museo del quotidiano che raccoglie oggetti d’uso di altri tempi, la biblioteca che conta circa 10.000 volumi, le antiche sale di Casa Savoia e, ancora, sepolcri, archi, portali e opere pittoriche da scoprire, accompagnati dai volontari dell’A.Vo.Sacra.

Orari

La Sacra di San Michele è aperta al pubblico tutto l’anno, con orari differenti per i giorni feriali e festivi e per il periodo estivo e invernale. L’accesso alla Sacra è consentito fino a 30 minuti prima dell’orario di chiusura.

Entra

Webcam

Clicca per ingrandire l'immagine dell'ultimo scatto.

webcam sacra di san michele

Come arrivare

La Sacra di San Michele è raggiungibile in auto e pullman fino quasi sulla sommità del monte, oppure con il treno fino ad Avigliana, per poi proseguire con la navetta (dal 15 maggio al 16 ottobre 2016), in mountain-bike oppure a piedi attraverso sentieri escursionistici.

Entra

TUTTI GLI APPUNTAMENTI

TUTTI GLI APPUNTAMENTI

Entra e scopri il calendario completo degli eventi organizzati durante l’anno dalla Sacra di San Michele: concerti, mostre d’arte, visite speciali e altri appuntamenti da non perdere.

Entra

Pannelli informativi con QR Code

Cuore antichissimo, mente moderna e lo sguardo sempre rivolto al futuro: la Sacra di San Michele rende fruibile la sua storia millenaria anche attraverso le più recenti innovazioni tecnologiche.

Una serie di pannelli posizionati lungo il percorso fornisce ai visitatori della Sacra dettagli e informazioni utili sull’abbazia e i suoi punti d’interesse, con la possibilità di approfondirli attraverso il sistema QR code.

Per visualizzare i contenuti, è sufficiente scansionare il codice con il proprio smartphone o tablet.

Pannello informativo
Pannello informativo
Pannello informativo
Gli esterni

×
Gli interni

×
Il monastero

×